www.psicologiainaiuto.it


Vai ai contenuti

Consulenze

Consulenze


Il Sostegno Psicologico

Il sostegno psicologico è un'attività che lo psicologo utilizza per supportare la persona e alleviare i suoi disagi di natura psicologica.

Art.3 codice deontologico:

“Lo psicologo considera dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell'individuo, del gruppo e della comunità. In ogni ambito professionale opera per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri e di comportarsi in maniera consapevole, congrua ed efficace”.


Lo psicologo cerca di ascoltare, colloquiare ed interagire in modo empatico con l'individuo, agevolando in lui le espressioni verbali circa le sue dinamiche interne e fornendo utili e funzionali spiegazioni su di esse, in modo da poter favorire nell'individuo la riorganizzazione mentale e l'individuazione di risorse e di strategie personali adeguate.


Il sostegno psicologico può essere molto utile anche alle persone vicine all'individuo afflitto da problemi psicologici
, se coinvolte, facilitando anche in loro sempre maggiore chiarezza ed analisi logica e pratica circa il disagio psicologico della persona cara.


Il Sostegno psicologico si basa sul cosiddetto concetto di coping (dall'inglese= far fronte, affrontare), ovvero la capacità insita in ognuno di noi ed utile per fronteggiare gradualmente e positivamente uno o più disagi interni.


Alcune problematiche psicologiche verso le quali il sostegno psicologico si mostra utile e funzionale sono:

disturbi d'ansia
disturbi dell'alimentazione
disturbi sessuali
disturbi psicotici
disturbi psicosomatici
dipendenze
disturbi del sonno
problematiche relazionali, scolastiche e/o lavorative


Psicodiagnostica

La psicodiagnostica è la disciplina che si occupa della valutazione e della diagnostica psicologica, personologica e psicopatologica, attraverso l'uso di un repertorio integrato di questionari, inventari di personalità, batterie e tecniche testistiche (psicometriche e proiettive), colloqui clinici, esami neuropsicologici e valutazioni osservative; il tipo di strumenti e tecniche usati variano di volta in volta, in base al contesto e allo scopo della valutazione, all'età e al tipo di eventuali difficoltà dei soggetti valutati.


Home Page | Mediazione Familiare | Curriculum Vitae | Supporto Psicologico | Consulenze | Recapiti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu